1. Home
  2. Italia
  3. Lombardia
  4. Varese
  5. Sasso Ballaro (Bahia du sol)

Sasso Ballaro (Bahia du sol)

Vie
17
Vie con ripetizioni
16
Ripetizioni
83
PDF

Fonte: guida "Varese e Canton Ticino" edita da Versante Sud

Accesso: Lasciata l’auto nel grande parcheggio, al termine della strada, si torna indietro a piedi per circa 100 metri, stando a destra e costeggiando uno steccato in legno fino ad un evidente sentiero che entra nel bosco (a destra). Lo si segue per circa 50 metri, poi si sale stretto a destra dove il sentiero diventa decisamente più ripido e costeggia, verso la sua metà, una vecchia rete metallica. Giunti dove spiana, si prosegue dritti scendendo ripidi fino ad incontrare un sentiero più largo e pianeggiante, affiancato da uno steccato in legno. Qui prendere a sinistra (sulla destra si noterà un cancello arrugginito di una vecchia villa abbandonata) e lo si segue per 30/40 metri fino ad arrivare in un punto in cui si nota il sentiero che scende, oltre lo steccato (a desta) con, appena sotto, un cartello giallo di pericolo. Si scavalca lo steccato e si inizia a scendere sempre più ripidi con l’ausilio di corde fisse. (Sentiero molto ripido e impervio, non adatto a bimbi piccoli) Ad un certo punto si noteranno due tubi neri paralleli che si scavalcano continuando a scendere fino ad un basamento di cemento dove i tubi vi si annegano. Qui si prende a sinistra per raggiungere tutti i settori dal settore vecchio in poi. Per il settore Saigon, invece prendere a destra. Svoltato quindi a sinistra scavalcando il basamento in cemento, si prosegue in discesa sul sentiero, poi in piano e con qualche saliscendi si arriva al primo settore (vecchio) e proseguendo sul sentiero si raggiungeranno tutti gli altri settori, in fila l’uno all’altro, alla base dei quali (quasi tutti) c’è una bacheca in legno con l’elenco dei tiri.

Testo: Paolo Demaldè, che ringraziamo

Vie più ripetute

Nome Grado Bellezza
6a
6a.9
5b
5b.5
5c
5c/5c+
5c
5c.7
6b+
6b+.4
6b
6b.6
6a+
6a+.9
6b
6b.6
6c
6c.2
6b+
6b+.1

Statistiche

Commenti

Federico Olmi
Federico Olmi ∙ 7 anni fa

Raggiungere la falesia

Mancano un po le indicazioni corrette per raggiungere facilmente la falesia; rispetto alla guida aggiungere che il secondo ometto si situa sulla destra e bisogna oltrepassarare una staccionata in legno per proseguire sul sentiero. Quest'ultimo risulta abbastanza pericoloso, lo sconsiglio vivamente a bambini. E bisognerebbe aggiungere che ad un certo punto si affronta un bivio, il quale a sinistra porta ai vari settori e a destra al settore Saigon. Per il resto falesia stupenda,ottima roccia e vie mai banali il tutto coronato da uno spettacolo magnifico! davvero consigliata, tornerò per i gradi duri :P

Paolo Demaldè
Paolo Demaldè ∙ 2 anni fa

Ottima spiegazione! Aggiungerei che il bivio si presenta ad un evidente basamento in cemento, in cui si annegano i 2 tubi neri dell’acqua. Mi sento di fare questa precisazione perché ieri ci sono stato x la prima volta e ho sbagliato, andando giù fino a bordo lago! 😅 Consiglio anche di dividere il materiale con il proprio compagno di scalata poiché il sentiero è davvero ripido e intenso; se si è più leggeri, specie al ritorno, si evita di vedere l’Arcangelo Gabriele che ti indica la via, al ritorno…! 😂😂

Giulia - gi erre [admin]
Giulia - gi erre [admin] ∙ 2 anni fa

Grazie ad entrambi :) Se uno di voi vorrà scrivere un piccolo testo con la descrizione completa dell'accesso, lo pubblicheremo :)

Paolo Demaldè
Paolo Demaldè ∙ 2 anni fa

Lasciata l’auto nel grande parcheggio, al termine della strada, si torna indietro a piedi per circa 100 metri, stando a destra e costeggiando uno steccato in legno fino ad un evidente sentiero che entra nel bosco (a destra). Lo si segue per circa 50 metri poi si sale stretto a destra dove il sentiero diventa decisamente più ripido e costeggia, verso la sua metà, una vecchia rete metallica. Giunti dove spiana, si prosegue dritti scendendo ripidi fino ad incontrare un sentiero più largo e pianeggiante, affiancato da uno steccato in legno. Qui prendere a sinistra (sulla destra si noterà un cancello arrugginito di una vecchia villa abbandonata) e lo si segue per 30/40 metri fino ad arrivare in un punto in cui si nota il sentiero che scende, oltre lo steccato (a desta) con, appena sotto, un cartello giallo di pericolo. Si scavalca lo steccato e si inizia a scendere sempre più ripidi con l’ausilio di corde fisse. (Sentiero molto ripido e impervio, non adatto a bimbi piccoli) Ad un certo punto si noteranno due tubi neri paralleli che si scavalcano continuando a scendere fino ad un basamento di cemento dove i tubi vi si annegano. Qui si prende a sinistra per raggiungere tutti i settori dal settore vecchio in poi. Per il settore Saigon, invece prendere a destra. Svoltato quindi a sinistra scavalcando il basamento in cemento, si prosegue in discesa sul sentiero, poi in piano e con qualche saliscendi si arriva al primo settore (vecchio) e proseguendo sul sentiero si raggiungeranno tutti gli altri settori, in fila l’uno all’altro, alla base dei quali (quasi tutti) c’è una bacheca in legno con l’elenco dei tiri.

Giulia - gi erre [admin]
Giulia - gi erre [admin] ∙ 1 anno fa

Grazie mille, ho pubblicato il testo nella descrizione di tutti i settori.

Accedi per commentare
© Climbook
Aggiornamenti | Assistenza
DISCLAIMER
L'arrampicata è un'attività potenzialmente pericolosa, chi la pratica lo fa a suo rischio e pericolo. Climbook e i suoi utenti non sono responsabili di eventuali incidenti che possano accadere utilizzando le informazioni presenti sul sito. È responsabilità esclusiva dell'utente assicurarsi di verificare sul posto, di volta in volta e con l'aiuto di persone esperte, le informazioni presenti su Climbook, prima di intraprendere qualsiasi scalata, e di rispettare le norme di sicurezza.