Regione
Italia - Lazio
Area
Valle dell'Aniene
Falesia
Monte Livata
Numero vie
29
Vie con ripetizioni
24
Numero ripetizioni
150

Agg. febbraio 2020 (dati 2015 e conferma chiodatore).

Vie più ripetute

Nome Grado Bellezza
I Flintstones

6a+

6b.1
Bentornati gli antenati

Precedentemente indicata come 6a+

6a

6a+.4
Lo sfratto

6b

6b.5
Il sorvegliato speciale

Precedentemente indicata come 6b+

6b

6b+.6
Oggetto misterioso

Precedentemente indicata come 7a

6c+

7a.3
La bella addormentata

Precedentemente indicata come 7a

6c+

7a.3
Apollo 13

Precedentemente indicata come 6b

6a+

6b.6
Crocerossina

6a+

6a+.6

Commenti degli utenti

Dove si trova con esattezza?

Sarei curioso di andare a vederla, ma viste le poche ripetizioni mi chiedo se sia sicura come falesia o è meglio evitare...
Grazie mille!

08 Ott 2014

Roccia vergine e tagliente come lame di rasoio, non sempre solida.

08 Ott 2014
Utente non disponibile

le poche ripetizioni sono da attribuire ad una chiodatura troppo allegra e anche da un 'avvicinamento non propio breve.cmq la roccia almeno nelle vie da me ripetute è solidissima.le vie sono quasi tutte di placca con attacchi abbastanza atletici.per raggiungerla,arrivato a subiaco ,devi proseguire per monte livata .dopo qualche tornante alla tua sx troverai un fontanile con un vecchio silos di metallo.parcheggia la macchina li.la parete si vede molto bene dalla strada ma il sentiero nn è molto evidente.dalla macchina alla parete 25 min.

08 Ott 2014

Grazie mille!

10 Ott 2014
Invernale ottimale

La falesia è stata per anni molto poco frequentata.
Ingiustamente A MIO PARERE.
E' un bellissimo scudo di roccia totalmente esposto a sud-sud-est, visibile benissimo dalla strada che sale da Subiaco.
Prende sole pieno dal mattino fino a metà pomeriggio.
Questo permette di stare in maglietta (o senza) anche in giornate piuttosto fredde e malgrado l'altitudine (credo circa 1000m).
Come dice Mastrantonio, l'avvicinamento non è breve, ma nemmeno faticoso.
E' un sentiero in quota che, dal punto indicato dove si lasciano le macchine, può portare alla parete in due modi.
Può essere preso seguendo sia delle piccole strisce di plastica appese ai rami degli alberi e degli ometti presenti di tanto in tanto, inizialmente scendendo pochi metri e poi risalendo sul pendio opposto per superare il letto asciutto di un piccolissimo canale di scolo dei monti.
Oppure "a naso", tenendo bene a mente dov'è la parete e puntando ad essa camminando in quota, appunto.
In ogni caso tornandoci ieri (25/10/2014) l'ho trovato molto più pulito e segnato di come ricordassi.

Anche la parete, che ricordavo invasa da rovi enormi alla base e letame di mucca intorno, ora.. ha solo un pò di fertilizzante qua e là.
Di certo qualche volenteroso (che ringrazio) s'è prodigato con decespugliatore e roncola a ripulire.

Ovviamente la scarsa frequentazione e soprattutto la scarsa volontà dei salitori di non strappar via nemmeno un ciuffetto d'erba sulla via, ha lasciato le linee in balìa della crescita di qualche pianta.
Personalmente ho ripulito totalmente le vie che ho salito, tra l'altro molto poco invase dalla vegetazione.

La roccia è ottima quasi sempre.
Vale sempre il principio dei pochi passaggi da parte dei ripetitori sulle linee, quindi alcuni tratti non sono consolidati (agenti atmosferici o mai realmente sistemati) e può venir via qualcosa.
Ma di 4 vie su 5 provate ieri, solo una presentava il problema della scarsa solidità.
Le altre, come la maggior parte, hanno linee molto lunghe e roccia compatta.
In ogni caso, la parte centrale (la più grande) è veramente bella.
Le vie ai margini esterni della falesia sono le meno consolidate. Da valutare bene quindi, anche dalla base, la compattezza prima di salirle.
In particolare abbiamo provato a salire quella che potrebbe essere la "SENZA NOME 6" (la sesta via partendo dall'estrema sinistra), in corrispondenza di un diedro accennato, rinunciando.
A metà via c'è un lastrone staccato (che si usa pure per salire), "incollato" alla parete solo da poche concrezioni ed un pò di terra.
Da evitare assolutamente!!

Per tutto il resto, come scritto sopra, PERSONALMENTE, consiglio almeno una visita.
Con la scelta giusta degli itinerari ottimi (evidenti).
Ed un paio di guanti per togliere qualche erbaccia.

Buon divertimento invernale!!

26 Ott 2014

La via senza nome 1 6a e' diventata impraticabile causa un enorme roveto alla base e quindi di non facile identificazione facile sbagliarsi se si contano le vie dall'estrema sinistra

01 Apr 2017

Nota fondamentale se si vuole individuare l’esatta sequenza di vie della parte sinistra, tutte “senza nome”.

01 Apr 2019
Revisione gradi

Non so la motivazione per cui i gradi di diverse vie siano stati, dopo diversi anni, rivisti al ribasso, ma non ne capisco il senso. Nella maggior parte dei casi i ripetitori avevano confermato i gradi, spesso considerandoli anche severi. A cosa serve allora raccogliere queste informazioni, per quanto soggettive e controverse possano essere, se al momento in cui danno un'indicazione univoca, non se ne tiene conto? Un esempio per tutti 'Il sorvegliato speciale': 6 ripetizioni, media 6b+.7 sgradato a 6b. Il grado ha anche (o sopratutto) un valore informativo e sono certo che un climber che ha il 6b come limite, su quella via può trovarsi in seria difficoltà.

14 Feb 2020
Per inserire un commento devi registrarti sul sito.